Sciopero dei controllori di volo il 3 maggio: ecco i voli garantiti e quelli a rischio

Dopo lo sciopero dei mezzi pubblici nelle principali città italiane martedì 2 maggio, domani, mercoledì 3 maggio, sarà la volta degli aerei. La Fit-Cisl informa che la mobilitazione è stata decisa a seguito dell’esito negativo del confronto in sede aziendale per alcune compagnie riguardo ad alcuni nodi sul tavolo da tempo, tra cui la fruizione, l’organizzazione e l’assegnazione dei riposi e delle ferie, e la pianificazione e la stabilità dei turni di lavoro con origine e termine nello stesso aeroporto.

Le compagnie coinvolte nello sciopero del 3 maggio sono:

  • il personale di ENAV ACC Roma
  • il personale navigante di Vueling
  • il personale navigante di cabina di Air Dolomiti (vettore di Lufthansa)

Lo sciopero avrà una durata di 4 ore, dalle 13:00 alle 17:00. Durante le fasce orarie di tutela, dalle ore 7:00 alle 10:00 e dalle ore 18:00 alle 21:00, i voli dovranno essere comunque effettuati. Si consiglia di chiedere informazioni aggiornate e dettagliate sull’operatività del proprio volo direttamente alla propria compagnia aerea. Alcuni voli sono stati garantiti dall’Enac, mentre altri potrebbero subire cancellazioni o ritardi.

I voli nazionali garantiti durante lo sciopero degli aerei di mercoledì 3 maggio includono voli di Stato, militari, emergenza, sanitari, umanitari e di soccorso, tutti i voli charter da/per le isole regolarmente autorizzati o notificati prima della data di proclamazione dello sciopero, e altri voli specifici elencati dall’Enac.

Anche i voli internazionali saranno interessati dallo sciopero, ma alcuni sono garantiti, tra cui tutti i voli intercontinentali in arrivo, compresi transiti su scali nazionali, e voli intercontinentali in partenza per il Medio Oriente, Nord America, Sub Continente Sub Asiatico e Sud America.

Inoltre, si ricorda che in Francia è in corso un grande sciopero fino all’8 maggio, che interessa i voli da/per la Francia e anche i voli che sorvolano lo spazio aereo francese. A causa dell’impatto di questo sciopero, Vueling è stata costretta a ritardare e cancellare numerosi voli.

Per i passeggeri interessati, Vueling offre la possibilità di cambiare il volo, recuperare il denaro speso per il volo in modo immediato sotto forma di credito di volo o chiedere il rimborso in contanti.

Infine, si preannuncia un altro sciopero il 10 maggio, che potrebbe coinvolgere altri settori dei trasporti aerei e causare ulteriori disagi ai viaggiatori. Si raccomanda a chi ha in programma di volare nelle prossime settimane di tenersi aggiornati sugli sviluppi e controllare regolarmente lo stato del proprio volo.

Per coloro che hanno già prenotato un volo e temono che possa essere influenzato dagli scioperi, si consiglia di contattare la propria compagnia aerea o l’agenzia di viaggio per informazioni sulle possibili modifiche, cancellazioni o rimborsi. Nel caso di cancellazioni, le compagnie aeree sono tenute a offrire assistenza ai passeggeri, come il ricollocamento su un altro volo o il rimborso completo del biglietto.

Per ridurre l’impatto degli scioperi e garantire il diritto alla mobilità dei viaggiatori, il governo sta cercando soluzioni a lungo termine per risolvere le problematiche che affliggono il settore. Nel frattempo, si raccomanda ai passeggeri di prendere in considerazione alternative di viaggio, come treni ad alta velocità o noleggio auto, per evitare possibili disagi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici su Facebook